Ecco il programma dell'edizione 2017 di Tavagnasco Rock!!

Clicca sull'immagine per ingrandire

Sabato 8 aprile
dalle ore 15.30 - Aosta, Cittadella dei giovaniRassegna di gruppi valdostani
Simon Pepé
Space Traffic
Kla e Scarto
Verme
Norman Gontier
Sago DJ
Synaptic Collapse
dalle ore 21.00 - Aosta, Cittadella dei giovaniCecilia e Carlotta in concerto
Cecilia all'arpa e Carlotta alla chitarra (e voce) presenteranno un repertorio molto vario lasciando spazio a interpretazioni personali in brani originali e cover.

Sabato 15 aprile
dalle ore 22.00 - Ivrea, ZACI FASTI
I Fasti sono due bassi, due pc, due chitarre e una voce, le loro composizioni crude/dolci/reali/irreali/discutibili/irriverenti puntano dritte allo stomaco, cercando profondità e stupore, riff di basso e chitarra carichi, melodici, sporchi, vissuti.
Rocco Brancucci (voce), Andrea Granato (chitarra), Federico Bosi (basso/elettronica), Roberto Bagaini (Omegaliquido) al basso/elettronica e Eros Giuggia alla seconda chitarra.

Sabato 22 aprile
dalle ore 22.00 - Quincinetto, SINCHETR3EUT (ex Quiete)LOS ANGELES MAY ‘92
Blues e Rock'n Roll con Sergio Pugliatti - voce; Aldo "Gaston" Rosa Sentinella - basso; Massimo Parpaglione - batteria; Massimo De Antoni - tastiere; Bruno Basolo - chitarra; Pierantonio Perotti - chitarra; Gianpiero Madonna - chitarra; Adriano Cai - mixer

Lunedì 24 aprile
dalle ore 22.00 - Ivrea, TimelessThe Marsellus Wallace
I “The Marsellus Wallace” il nome lo hanno preso in prestito dal tarantiniano Pulp Fiction (lui era il marito della splendida Uma Thurman), mentre l'empatia e l'energia sono autoctone; sfoderano due ore di musica rock sul palco senza mai risparmiarsi. Essenziali negli arrangiamenti, sono molto accurati nella selezione delle cover che hanno una matrice comune: pezzi che ti fanno muovere, che hai già sentito, ma che non riconoscerai alla prima nota. Mai banali, sempre alla ricerca del “groove” più coinvolgente, spaziano dal mito dei Led Zeppelin, al culto di Ivan Graziani, dalla potenza punk dei Clash, al soul bianco di Paolo Nutini.

Giovedì 27 aprile
ore 21.00 - Tavagnasco, PalatendaMusical “La vie bohème”
Rivisitazione Rock dell’opera prodotta da Fondazione SFOM Aosta
Orchestra SFOM direttore: Mauro Gino
Rock-band SFOM direttore: Alessandro Maiorino
Coro SFOM direttore: Davide Benetti
Solisti della classe di vocalità moderna di Paola Mei
voce recitante: Paola Corti
arrangiatori: Mauro Gino Manuel Pramotton Christian Thoma
Brani tratti da Rent Opera Rock di Jonathan Larson (1960-1996) - Broadway 1996

La Vie Bohème è una moderna Bohème, ambientata a New York, che racconta la storia di un gruppo di artisti squattrinati. I riferimenti alla musica e alla sceneggiatura dell’opera di Puccini sono chiari e dichiarati, pur essendo fondamentalmente un’opera rock. I brani selezionati sono 12 sugli oltre 40 del musical originale e sono stati tutti arrangiati da compositori individuati all’ interno del corpo docenti Sfom.
Le musiche sono inframmezzate da brani recitati dall'attrice Paola Corti che ha scritto per l'occasione un copione che permette allo spettatore di intraprendere un viaggio attraverso le due opere, di coglierne gli aspetti salienti e le similitudini. Il progetto coinvolge la classe di canto, il laboratorio pop-rock, l’atelier d’archi, il coro Sfom e la Sfom Orchestra che comprende tutte le classi di strumento.
È un lavoro che oltre ad avere un’anima musicale profondamente moderna, è messaggero di valori importanti come la tolleranza, l’accoglienza, l’uguaglianza e affronta tematiche sociali molto attuali come omosessualità, dipendenze, razzismo, mercificazione dell’arte, povertà.
È una storia lunga un secolo, che in un secolo si è spostata da Parigi a New York, da una soffitta gelata ad un loft senza riscaldamento. I suoi protagonisti hanno cambiato nome e mestiere.
Si racconta di una malattia mortale che in 100 anni ha cambiato la sua sigla da TBC a AIDS, ma che nasce dallo stesso dolore, dalla stessa disperazione, dalla stessa povertà. A Parigi erano poeti, pittori, sarte, mantenute e filosofi. A New York sono registi, musicisti, ballerine, performers e... filosofi.
Si chiamavano Rodolfo... Musetta e... Mimì. Si chiamano Roger, Mark, Benny, Maureen e Mimì. Ma lo spirito creativo, quello per cui si soffre e si muore, di cui si ride e ci si ubriaca, grazie al quale si rimane nella storia, quello è sempre lo stesso, immutato, immutabile come il fuoco, il vento, come l'amore. Lo spirito bohemienne mantiene questa storia viva e ardente e ci porta, furioso, dentro al movimento della creazione.

Vocalist Samuel Abram / Edoardo Angrilli / Thomas Campigotto / Raffaella Castiglioni / Serena Charrey / Gerry Consiglio / Cristiano Dal Monte / Fabio Fréppaz / Barbara Monjoie / Martina Trevisan SFOM rock-band: chitarra: Christian Curcio / basso: Caterina Di Vito / tastiere: Alessandro Poser / batteria: Fabio Saccavino Coro Sfom soprani: Fabiana Bibois / Marie Clappey / Marta Diotallevi / Maria Elter / Nadège Griseri / Dalia Ismail / Elena Jacquin / Marianna Metta / Francesca Nava / Fabia Romano / Sara Spadaro / Alice Vayr Piova / contralti: Chiara Berard / Alessia Centelli / Raffaella Gasparetto / Katia Gentile / Ylenia Mafrica / Federica Melotti / Nadia Parrello / Margareth Passarin / Alba Pasteris / Enrica Testa / tenori: Aurelio Bordet / Jacques Boverod / Paola Bricco / Michele Cannatà / David Cerqueti / Carlo Damasco / Luca Maquignaz / Angelo Massa / Lorenzo Puglia / Dario Sestero / bassi: Isacco Delpero / Ferruccio Frondini / Pietro Imbimbo / Gilles Martinet / Beppe Vona

Orchestra SFOM violino: Bianca Bersi / Ilaria Bolmida / Rita Bonfanti / Valérie Clap / Ivana De Bernardi / Elisabetta Gianotti / Béatrice Merivot / Sveva Nobili / Marta Perucca / Edoardo Silvestri / Simone Tahria / Alice Vaccari / violoncello, Paola Baldini / Karen Bonora / Adele Bonvicini / Ilaria Gallo / Emma Giovinazzo / flauto: Chiara Bonomelli / Martina Celesia / Francesca Gino / Aurora Lanaro / clarinetto: Gabriele Iannizzi / Mattia Formento Moletta / sax: Francesco Favaro / Franco Praduroux / Vasco Vuillermoz / trombone Andrea Linty / Fabrizio Munari / Marco Varisella / tuba: Federico Praz / pianoforte: Davide Vidale / percussioni: Teodoro Casalatina / Giulia Giovinazzo / Davide Perotto

Venerdì 28 aprile
ore 21.00 - Tavagnasco, PalatendaMikol Frachey
Mikol Frachey is a country-pop singer and songwriter. She started composing her own song at the young age of 11. She learned how to play guitar and piano watching her favorite artist on tv. Some years later she participated at some Disney Channel contest, but her very career started at the age of 16 when she’s been included in the tv program Summer TV. On April 15th 2016 she released her very first single “Give Me Water” and the official video get more than a thousand views in less than 24h! On June 2016 she won three Summer Tv awards included Best Artistic Career. Through the years, Mikol has performed in a lot of places all around the world, included The Bridgestone Arena VS Center and The Douglas Corner in Nashville, Tennessee. Now she’s about to release her first studio album with Tde Music Productionz.

IRON MAIS
Il gruppo nasce nel garage/sala prove di Scollo a Cermenate, piccolo centro in provincia di Como, nel 2013. Da quattro componenti, l’idea si irrobustisce e cresce via via con l’arrivo di tutti gli altri componenti della band. Prende forma l’attuale sestetto composto da voce e banjolele, basso, violino, banjo, chitarra e batteria che si cimenta nella coraggiosa e atipica ricerca del “lato agricolo” di brani rock, metal e punk rivisitandoli e miscelando lo stile country e bluegrass con gli stili originali dei brani, avvicinandosi ad un genere cowpunk, tipico statunitense.
Grazie alla partecipazione alla nona edizione del programma X Factor (2015) la band acquisisce una buona notorietà e la possibilità di calcare importanti palchi in giro per l’Italia.
Gli Iron Mais portano in scena i volti di Morgan Bizzozero alias Testa Di Cane, Alessandro Scollo noto come Scollo, Francesca Arancio è La Contessina, Daniele Canali ribattezzato Jack Pannocchia, Matteo Tagliabue è il famoso Ragazzo Nutria, Marco Goli detto Burrito ma soprannominato Dave Romagnolo, David, Pedalino Romagnolo, Doppio Pedale, Bambino Autistico, Desaparecido…
Un’idea musicale che nasce anche grazie alle passate esperienze e influenze musicali dei vari membri, oltre che dai progetti paralleli intrapresi dagli stessi: Morgan viene dal rock stoner dei Loud Nine, Jack viene dallo psychobilly degli Evil Devil, Francesca dalla classica, dall’irish e dallo stoner dei Torquemada, Alessandro dal rock elettronico degli Alpha Flight, Matteo dal country dei Tabascos, Marco dal hardcore dei Biosystem55 e dallo psychobilly degli Evil Devil.
Attuale LINE UP:
Testa di Cane (voce, banjolele)
Scollo (contrabbasso)
La Contessina (violino, voci)
Jack Pannocchie (banjo, chitarra acustica, voci)
Ragazzo Nutria (chitarra elettrica)

GUITAR MANIA
la storia dei grandi chitarristi rock, con Luigi Schiavone e Federico Poggipollini
Luigi Schiavone - Quando a un chitarrista viene chiesto di dare il proprio nome a un nuovo modello di chitarra (SchecterS-1 LUIGI SCHIAVONE SIGNATURE), beh, forse le parole per raccontare i dove, i perché e i percome biografici sono un inutile “bla bla bla”.
Ma se qualcuno si fosse, giustamente, distratto un attimo, sappia che Luigi Schiavone è autore e arrangiatore di molte canzoni di Enrico Ruggeri, suo collaboratore da ormai 30 anni, durante i quali si sono susseguiti tour con tappe praticamente ovunque in Italia, tre cd da solista, collaborazioni di alto livello con artisti italiani e stranieri, produzione di giovani promesse, vittorie a Sanremo, partite e patemi (è interista!) di calcio e, ovviamente, grandi successi. Qualche esempio? Quello che le donne non dicono, Polvere, Prima del temporale, Non finirà, I dubbi dell'amore, Ulisse, Gimondi e il cannibale etc...

Federico Poggipollini - Federico Poggipollini nasce il 26 marzo 1968 a Bologna, città in cui attualmente vive. All’età di 16 anni, approfittando dell’uscita del chitarrista dei Radio City, inizia a suonare la chitarra che diventa, da quel momento, il suo primo strumento. All’età di 22 anni entra a far parte dei Litfiba e suona in “El Diablo” (CGD 1990), “Sogno Ribelle” (CGD 1991), “Terremoto” (1993) e nelle tournée live del gruppo. Conclusa l’esperienza con i Litfiba, dà vita alla band bolognese Mister Tango con cui suona per un anno in club e locali, contemporaneamente Federico collabora alle incisioni di una collana di video-letteratura “I Salmi” musicati da Lucio Dalla, Xangò e General Bunny (X Records) e con Grazia Verasani per l’Album “Nata Mai” (BMG 1996).
Nel 1994 diventa componente ufficiale della nuova band di Luciano Ligabue con il quale registra gli Album “Tributo ad Augusto” (CGD 1994), “Buon Compleanno Elvis” (WEA 1995), “Su e Giù dal Palco” (WEA 1997), “Radio Freccia” (colonna sonora del film omonimo) (WEA 1998), “Miss Mondo ’99” (WEA 1999), “Fuori Come Va’?” (WEA 2002), “Giro d’Italia” (WEA 2003), “Nome e Cognome” (WMI 2005), e partecipa ai live tour ed agli eventi mediatici che seguono alle uscite degli album.
Nel 1998 esordisce come cantante solista, realizzando il suo primo CD “Via Zamboni 59” (Riserva Rossa WEA). Nell’autunno 2001 esce il singolo “Indelebile” (SONYMUSIC) e all’inizio del 2002 Federico realizza per l’etichetta STRANISUONI un nuovo singolo per l’estate dal titolo “Tutto Quello Che”. Contemporaneamente continua il grande tour estivo che lo vede impegnato negli stadi con Luciano Ligabue dopo l’uscita dell’Album “Fuori come va?”, tournee che proseguirà nell’autunno dello stesso anno in diversi teatri italiani.
Anticipato a giugno dal singolo “Bologna e Piove” (STRANISUONI), arrivato fino al 12° posto della classifica FIMI-NIELSEN, il 21 Novembre 2003 esce il secondo Album di Federico “Nella fretta dimentico” (STRANISUONI), che segna un ulteriore passo avanti nella carriera di questo eclettico artista, che dimostra, ancora una volta, di essere non solo un bravissimo chitarrista, ma anche un ottimo cantautore.
A giugno 2007 va in rotazione radiofonica radio “Il Chitarrista”, cover del famoso brano di Ivan Graziani, reinterpretato in chiave rock da Federico con la partecipazione di Filippo Graziani. Il 23 aprile 2009 esce il suo terzo album da solista intitolato “Caos Cosmico”, anticipato in radio dal singolo “Taxi Viola”. A Maggio 2015, dopo aver seguito Luciano Ligabue per 3 anni nella promozione di “Mondovisione”, Federico Poggipollini pubblica il suo ultimo lavoro “Nero”. L’album contiene 10 tracce inedite, dal sapore garage rock, blues e soul.

After show
CHAW WENT
I CHAW WENT nascono nei primi anni 90 e sono l’incontro tra la passione e la voglia di suonare il Rock Americano del Sud contaminato dal Texas Blues...
Attualmente la formazione è composta dai fratelli BUFO, Mike alla chitarra e voce - Lele chitarra - Franco MONTE Basso – Andrea PAONESSA alla batteria. Chaw Went sono una band aperta e dinamica dove spesso si aggiungono dei compagni di viaggio per le loro performance in pieno stile sudista.
Il repertorio comprende brani degli ZZTop, Lynyrd Skynyrd, Allman Brothers, Georgia Satellite, JJ Cale e altri.... Insomma, accendete le vostre moto! Vi faremo fare un viaggio sulla Route66!!!


Arma Dj

Sabato 29 aprile
ore 21.00 - Tavagnasco, PalatendaSabrina Pallini & the Dots
Sabrina Pallini è una cantante torinese che da anni calca i principali palchi italiani e non solo. La sua voce “nera” e inconfondibile le ha permesso di avvicinarsi al mondo del Reggae e di collaborare con molte icone di questo mondo. Dopo un lungo periodo di lavoro trascorso tra Stati Uniti e Giamaica è rientrata in Italia per mettere a frutto l’esperienza maturata nel corso degli anni. Con lei sul palco una band di talentuosi musicisti e la possibilità di avere anche dei GUEST.
La loro voglia di contaminare i ritmi in levare con il funk, il soul, la black music in genere e anche il rock ha dato vita a “SABRINA PALLINI & THE DOTS”, gioco di parole voluto proprio per far capire lo spirito di questo gruppo. Una miscela unica ed accattivante, la cui parola d’ordine è senza dubbio GROOVE.
Formazione
Sabrina Pallini: Voce e Chitarra
Fabrizio Veglia: Chitarra
Carlo Raviola: Basso
Stefano Petrini: Batteria

JAMAS
Jamas è una nuova voce della musica reggae, uscito per la prima volta nel dicembre del 2012 si propone con un cantato tra il reggae e il soul.
Dopo un paio di brani usciti nei primi mesi del 2013 e un tour di circa 20 date, a giugno ha rilasciato il secondo video/singolo "Quel Suono" , grazie anche ad un accordo con la RootDown Records, una delle più importanti etichette Tedesche.
Il Tour di promozione del secondo video ha visto l'artista aprire i concerti di BUSY SIGNAL, TARRUS RILEY e DEAN FRASER (dove si è vista anche la partecipazione di ROMAIN VIRGO), MACRO MARCO, AFRICA UNITE, ONE LOVE e molti altri.
A novembre del 2013 Jamas é uno degli artisti scelti per cantare sullo Spring Bud Riddim, prodotto da Yea Sound, assieme ad artisti del calibro di General Levy, Skarra Mucci, Perfect Giddimani, Junior Sprea e Ras Melody.
Nel 2014 l'anno inizia in salita e Jamas apre il concerto di Peetah Morgan (Morgan Heritage) e inizia le riprese del video "Fuori" , singolo che uscirà a fine maggio dello stesso anno (Riddim prodotto da The Magista per Bizzarri Prod, Voce e Mastering a cura di Catchy al Greezzly Studio).
Nel 2015 partecipa al Venice WinterSplash e al One Love World reggae festival e ha la possibilità di cantare prima di DAMIAN MARLEY e dopo lo show di PROTOJE.
Nel 2016 fa uscire il singolo "La Prima Volta" con Bizzarri Records e viene registrato sempre per la stessa etichetta il disco d'esordio. Le registrazioni del disco portano ad uno stop di circa un anno, durante questo tempo inizia a lavorare con BOVISA RIDDIM BAND (ex Bovisa Reggae Foundation) per le date del tour del 2017.


AFRICA UNITE
Dal 1981 ad oggi gli Africa Unite propongono il loro stile musicale fatto di ritmo in levare, reggae, dub, elettronica. Nel corso di quell'anno, immediatamente dopo la prematura scomparsa di Bob Marley, Bunna e Madaski formano gli Africa Unite, cominciando il percorso che oggi li ha portati a diventare il gruppo più longevo e rappresentativo del reggae made in Italy.
Nel marzo 2015 è uscito “IL PUNTO DI PARTENZA”: nuovo album di Africa Unite completamente autoprodotto. Un disco che abbraccia il genere con episodi di sperimentazione e temi orchestrali magistralmente condotti. La musica quale strumento di comunicazione per raccontare la storia che gli Africa hanno vissuto sulla propria pelle dalle origini ad oggi, attraverso la propria lente.
Una profonda analisi del tempo che stiamo vivendo, scalfito dalle contraddizioni e attraversato dai cambiamenti, con il conseguente bisogno di affermare il proprio punto di vista lucido e coerente. Il “PUNTO DI PARTENZA” chiude un ciclo di una storia straordinaria, per questo sarà offerto in free download sul sito della band, libero e accessibile a tutti. Per volontà di Africa Unite il cd contenente l'album sarà invece, regalato, a tutti coloro che acquisteranno il biglietto per assistere ai primi due concerti di presentazione dell’album nei club. (www.rockit.it)

After show
THE EASY SKANK
Progetto nato nel 2015 dall’idea di amici musicisti provenienti da generi e ambienti musicali diversi che hanno deciso di formare un gruppo tributo al re della musica reggae, Bob Marley. Il reggae, una musica coinvolgente che ha radici profonde nella storia dell’uomo, e in profondità arriva nel cuore di chi l’ascolta. Esportare il messaggio di pace e amore di Bob Marley, attraverso i suoi brani, è il compito dei THE EASY SKANK, e soprattutto far divertire e ballare il pubblico.
La partecipazione e l’interazione con la gente è componente fondamentale di ogni loro concerto. Il gruppo cerca di rendere omaggio a Bob Marley senza tralasciare la personalità di ognuno dei componenti. Libertà e improvvisazione fanno parte de DNA della band, e ogni concerto non è mai uguale all’altro.


Mo'Bros Dj

Domenica 30 aprile
dalle ore 14.00 - Tavagnasco, PalatendaDalle ore 14 per tutto il pomeriggio si esibiranno gli artisti emergenti, accompagnati, in ogni angolo della città, da spettacoli d'animazione per bambini, laboratori, mercatini e specialità tipiche.
Festival artisti emergenti
The Gamblers (vincitori di senza etichetta)
La teoria delle nuvole
PowerValve (vincitori contest Rockkasa)
Ecole du Rock
Crohm
Norman Gontier
Inganno armonico
Synaptic Collapse
Animarma

Partita di calcio
dalle ore 21.00 - Tavagnasco, Palatenda
WOODOO DOLLS

TAXI BLUES
Gruppo che non ha bisogno di presentazioni in quanto ha fatto la storia del Tavarock. La band si riunisce per questa edizione del festival e questo è un evento nell'evento, essendo stato 20 anni fa il gruppo più famoso del canavese (primato che ora è passato all'altra band che si esibirà questa sera: gli All Beck's). Si prospetta quindi una serata esplosiva, a partire da questa super formazione, con Alberto Rovella alla voce.

ALL BECKS
Gli All Beck's nascono nel 2008 quando quattro amici si uniscono nella prima versione. Da li a poco il gruppo resta orfano del cantante che parte a cercar fortuna in terra Australe. Un nuovo cantante e l'innesto di altri quattro elementi portano alla formazione attuale, un gruppo di amici che suonano per la loro terra, per le loro radici e per far bordello.
Voce & Tromba: Diego "Trus" Naretto, Chitarra: Maurizio "L'implacabile" Rosso, Chitarra & Armonica: Paolo "Da Boss" Zilioli, Basso: Matteo "Phioma" Malusa', Sax: Fabio "Maestro" Consol, Tromba: Diego "Dwisso" Roffino, Trombone: Diego "Guzzo" Girodo, Batteria: Thierry "Big Eye" Tola

After show
JUST DANCE
Gruppo musicale dance e disco in attività dal 2014. Il gruppo è composto da cinque musicisti provenienti da diverse formazioni e generi musicali, che hanno dato vita a questo nuovo progetto con l'obiettivo principale di far ballare, divertire e divertirsi. Un mix di pezzi che partono dagli anni 80 passando per i 90 fino ad arrivare alle ultime hits di successo. L'originalità del gruppo è data dalla scelta di due front femminili e dal repertorio estremamente moderno, show con cambi d'abito e coreografie per il pubblico. Repertorio di musica dance (con qualche sconfinamento nel rock) accuratamente scelto per coinvolgere il pubblico durante tutto lo spettacolo.

Albertown e i suoi cavi Dj

Inoltre:
NONSOLODYLAN:
Dal 25 aprile sala della confraternita dalle 14,30 tutti i giorni la straordinaria avventura musicale del piu’ grande cantautore americano ripercorsa attraverso il folk, il blues e il rock degli anni ‘60


Prezzi
Giovedì 27 aprile: 5 euro + prev.
Venerdì 28 aprile: 10 euro + prev.
Sabato 29 aprile: 15 euro + prev.
Domenica 30 aprile: gratuito
Abbonamento per tutte le serate: 20 euro + prev.

E' possibile acquistare i biglietti con bonifico bancario: Iban IT48W02008 31040 000002460908 Associazione Spazio Futuro, Unicredit Settimo Vittone indicando Nome e Cognome, data del concerto e numero biglietti acquistati.

INFOLINE: 345.6195860 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prevendite: Aosta: Musica e Ricordi (0165 40086), Café Girrès (Via Clavalité 39) Ivrea: La Galleria del Libro (0125 641212) Castellamonte: Pat Record (0124 513748) Quincinetto: 5INCHETR3EUT (ex La Quiete - 340 3526880), Gelateria “Il Golosone”; Settimo Vittone: Tabaccheria “La Censa” (0125 659029), Quassolo: Ideasystem. #tavarock2017

 

Visita il sito: www.tavagnascorock.com

Contatti

  • Comune di Tavagnasco - Piazza Municipio n. 1 - 10010 Tavagnasco (TO)
  • tel. 0125.658601 - fax 0125.659214